Emergenza Covid, approvato l’Avviso Pubblico “Un ponte verso il ritorno alla vita professionale e formativa”

E’ stato approvata approvata nei giorni scorsi la seconda edizione dell’Avviso Pubblico “Un ponte verso il ritorno alla vita professionale e formativa: misure emergenziali di sostegno economico per i soggetti più fragili ed esposti agli effetti della pandemia”. Il Bando nasce per aiutare i cittadini in difficoltà che non sono sostenute adeguatamente in questo tragico momento di pandemia. Uno strumento ideato per intervenire con urgenza e senza ulteriori ritardi per rimuovere situazioni di disagio nella vita professionale e formativa dei soggetti più fragili. Queste saranno le categorie che potranno accedere per ottenere un sostegno al reddito: colf/badanti; lavoratori della cultura e dello spettacolo; collaboratori sportivi; lavoratori del settore turistico; lavoratori autonomi titolari di partita IVA. 

Per tutti i dettagli clicca qui

Promozione turistica, bando da un milione di euro

 È stato pubblicato l’Avviso di interventi per il rilancio del turismo del Lazio in conseguenza dei danni causati dall’emergenza Covid-19.

Si tratta di contributi, per un totale di 1 milione di euro, a supporto di attività e iniziative volte alla promozione dei territori in chiave turistica tenendo conto degli ambiti territoriali individuati nel Piano Turistico triennale 2020-2022. Un sostegno al territorio regionale per valorizzarne le eccellenze presenti nei più importanti segmenti turistici della Regione: quello culturale, artistico, archeologico, storico, naturalistico, religioso, enogastronomico e sportivo. Le proposte possono essere presentate da Associazioni, Fondazioni o altri soggetti privati, singolarmente o riuniti in A.T.I., operanti nel campo del turismo, della cultura, della promozione web, dell’enogastronomia, dello sport, del commercio e dell’ambiente del territorio della Regione Lazio.

I progetti devono prevedere, almeno per il 50% del totale del costo stimato, l’impiego di guide turistiche e accompagnatori turistici regolarmente iscritti negli appositi elenchi.

Le proposte potranno riguardare uno o più cluster già individuati dal Piano turistico triennale: turismo culturale identitario (arte, storia cultura); luoghi della memoria; turismo outdoor (cammini e itinerari, sport, natura, montagna); salute, enogastronomia e turismo rurale.

Tutte le informazioni su come accedere al Bando.

Fondi strutturali europei, parte il ciclo di incontri per il Lazio del futuro

Parte venerdì 19 marzo il ciclo di tre incontri tra partenariato socioeconomico e istituzionale ‘Le idee di tutti la Regione del futuro’ dedicati al Tavolo di Partenariato sui fondi strutturali europei. Gli appuntamenti danno seguito alla prima fase del partenariato unitario che si sono svolti in tutte le province della regione ‘Le idee di tutti, il Lazio del futuro’, in cui sono state condivise leproposte e sono state raccolte le istanze di cittadini, stakeholders e territorio.

Gli appuntamenti sono tematici e divisi per i tre fondi di finanziamento europei: il primo il 19 marzo dedicato al Fondo Sociale Europeo (FSE), il secondo il 26 marzo sul Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR) e infine il terzo il 9 aprile in cui si parlerà del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).

L’avvio del percorso di partenariato ha coinciso con lo scoppio della pandemia e in questo frangente avere a disposizione i contributi europei rappresenta una grande risorsa. Nel corso dei lavori, iniziati già la scorsa estate, abbiamo voluto puntare sull’obiettivo di costruire il Lazio del 2030 su basi solide e per farlo abbiamo a disposizione più strumenti, dagli interventi del governo a Next Generation e la Programmazione unitaria 2021-2027 è un pezzo essenziale di questo percorso. Ciò che emerso con forza in questi mesi è che le risorse debbano essere utilizzate a partire da una visione di insieme del Lazio e del suo futuro, per individuare i progetti migliori, evitare la sovrapposizione degli interventi, massimizzare l’efficacia delle risorse sul territorio

Di seguito la scaletta degli incontri che saranno trasmessi in diretta sulla pagina Facebook della Regione Lazio: Tavolo del partenariato FSE (19 marzo), Tavolo del partenariato FEASR (26 marzo) e infine Tavolo del partenariato FESR (9 aprile).

Nuovo bando regionale per digitalizzazione e restauro delle opere cinematografiche

Si rinnova l’impegno della Regione Lazio per il recupero delle pellicole che hanno fatto grande il cinema italiano. Torna anche quest’anno l’Avviso pubblico per il restauro e la digitalizzazione di opere cinematografiche e audiovisive rivolto alle imprese di post produzione del Lazio.

“Una nuova occasione per rivivere la magia dei capolavori del passato. Anche per il 2021, investiamo 150 mila euro per riportare in vita le più belle pellicole del nostro cinema. In particolare in questo momento, abbiamo bisogno di far rivivere la bellezza e per questo continuiamo a sostenere tutte quelle realtà produttive del nostro territorio che con il loro lavoro mantengono viva la memoria di questo patrimonio straordinario.

L’Avviso pubblico è rivolto a imprese di post produzione di opere cinematografiche e audiovisive con sede legale o operativa nella Regione Lazio ma anche cineteche con sede legale e domicilio fiscale in Italia che potranno presentare domanda per massimo due opere. I vincitori potranno ottenere contributi interamente a fondo perduto fino a 40 mila euro per i lungometraggi e fino a 20 mila euro per i cortometraggi. Tutti i progetti  dovranno concludersi entro il 30 settembre 2021 e prevedere la digitalizzazione in modo da consentire la fruizione delle opere anche da parte di persone con disabilità, mediante l’utilizzo di sottotitoli e strumenti di audiodescrizione.

Tra le spese ammissibili a finanziamento ci sono la pulizia e la riparazione dei supporti delle pellicole da digitalizzare, trattamenti di digital clean e color correction ma anche l’acquisto o il noleggio di sistemi o spazi di memorizzazione, archiviazione e di gestione dei file del materiale digitalizzato.

Sarà possibile presentare domanda di contributo entro le ore 12 del trentesimo giorno successivo alla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio esclusivamente attraverso l’apposita piattaforma informatica messa a disposizione da LAZIOcrea S.p.A. all’indirizzo www.regione.lazio.it/cinedigitalizzazione.

AGRICOLTURA,15 MILIONI DI EURO PER ALTRI 214 GIOVANI AGRICOLTORI DEL LAZIO

La Regione Lazio ha deliberato lo stanziamento di 15 milioni di euro, provenienti dal Fondo di Coesione Sociale, per permettere un ulteriore scorrimento della graduatoria dei giovani agricoltori, misura 6.1 del Programma di Sviluppo Rurale del Lazio.

Un grande passo permesso grazie all’accordo sancito lo scorso luglio con l’allora ministro Provenzano sulla riprogrammazione dei fondi strutturali 2014-2020, che testimonia la capacità del Lazio di spendere i fondi europei in modo concreto ed efficace, anche in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo a livello nazionale e mondiale. Vogliamo che i nostri giovani possano guardare al futuro con speranza e ringrazio personalmente le giovani agricoltrici e i giovani agricoltori che hanno deciso di investire con coraggio e passione nel nostro territorio. Sin dal nostro primo mandato abbiamo scommesso con loro e oggi questa scommessa acquista un valore ancora più significativo. Grazie al Programma di Sviluppo Rurale del Lazio 2014-2020 abbiamo oggi 626 nuovi giovani agricoltori, che si aggiungono ai 1122 del primo bando nel 2016, per un totale complessivo di 1748 start up.

Vengono così sostenute le ragazze e i ragazzi che non si sono arresi, simbolo di tenacia e di perseveranza, di un settore che non ha mai smesso di lavorare e seminare speranza, anche in pieno lockdown, testimoniando un valore strategico per l’economia non solo regionale ma nazionale.
Giovani che non hanno abbandonato la nostra terra ma anzi hanno voluto investirci e che partiranno con un contributo a fondo perduto di 70.000 euro.